Manuela Soldati : “Enfante terrible” di Vacallo

elly 7

Trasparenze che giocano su abiti lunghi dalle linee morbide che si scontrano in un connubio di contrasti dal giusto equilibrio  creando eleganti effetti di provocazione e dolcezza. Abbandono dello street wear per abbracciare l’allure dei capi d’alta moda attraverso l’utilizzo di materiali nobili come le sete lavorare con telai Jacquard, delicati uncinetti ed eco pelle.

photo-simonetraversariph.com copia photo-simonetraversariph.com-5 photo-simonetraversariph.com-6

Signori e signore ecco a voi Manuela Soldati la fashion designer di Vacallo che, con il suo stile eversivo, ha incantato il pubblico di Campione d’Italia, portando in passerella abiti creati per moderne amazzoni ma con l’animo da sognatrici.

Ma chi è Manuela Soldati?

Classe 1984 originaria di Mendrisio, già da ragazzina esprimeva tutto il suo estro e la sua voglia di unicità, creando e modificando da se i vestiti che lei stessa indossava.

Quando una persona dimostra un animo così esuberante e capacità a maneggiare aghi e fili, la strada da percorrere è solo una…quella della moda. Così, dopo aver studiato presso il Centro Scolastico delle Industrie Artistiche di Lugano (CSIA), nel 2004 decide di approfondire le sue conoscenze e di dare un’aria più internazionale ai suoi lavori, trasferendosi a Montreal in Canada dove, per tre anni, studierà al College le Salle e dove si diplomerà in Fashion&Design.

gruppo best soir2 new copieL pant dentelle bianco nero

La scuola è finita. Ora, per la nostra fashion designer, arriva il momento di mettere in pratica quello che ha appreso in questi anni. Riempie la sua valigia con tutti quei sogni e speranze con cui era partita e, scegliendo Losanna come città per far nascere e conoscere il suo brand, fa ritorno in Svizzera.

Momenti difficili ci sono stati e ce ne saranno ma come ci dice: <<L’importante è non abbattersi, prendere i conflitti come una sfida da superare. Mi batto ogni giorno per trovare le risorse per poter continuare a creare e presentare i miei prodotti. Quando si hanno passione e desiderio le difficoltà e le ore di lavoro non contano>>.

photo-simonetraversariph.com photo-simonetraversariph.com-2 photo-simonetraversariph.com-13

Alcune domande alla stilista per conoscerla meglio.

Quali sono le difficoltà che per te uno stilista svizzero/a deve affrontare per crearsi il suo brand, e un suo spazio nel mercato? La nostra società è difficile da stimolare, ci sono quindi molte difficoltà che uno stilista svizzero deve affrontare per creare il proprio brand. Sopratutto per mancanza di sbocchi professionali ma anche di promozione ed eventi. Non è facile trovare un “trampolino di lancio”,  entrare concretamente nel mondo della moda e di emergere come designer. Per questo c’è da ringraziare Camera Nazionale della Moda Svizzera che aiuta gli stilisti svizzeri ad avere visibilità e acquisire esperienza, organizzando eventi moda in svizzera e all’estero.

Cosa deve possedere un designer per emergere? Professionalità, creatività, determinazione e voglia di fare sono i criteri che un designer deve avere se vuole emergere. Purtroppo, però, non sono sufficienti. Per continuare ad andare avanti e per affrontare il mercato bisogna farsi pubblicità, comunicare, far conoscere il proprio brand, trovare dei canali di produzione e di vendita. L’importante è essere coscienti che non è un mestiere facile e bisogna essere forti e non mollare

Il “must have” di questa stagione e della prossima? Il “must have” di questa stagione primaverile sono gli accessori, che possono diventare i protagonisti del nostro look. Collane, braccialetti, spille, fermacapelli, borsette e scarpe. Prorompenti, ricercati e con dettagli massimalisti, se lo stile è lineare. Sobrio, semplici e minimalisti se lo stile è già “abbondante”. Per la prossima stagione punto sugli accessori “di stagione”, foulard, pashmine, stivali e scarpe verniciate. Gli accessori sono indispensabili per sottolineare e finalizzare il proprio stile ma anche per creare un contrasto dando un tocco di originalità ed inventiva

Definisci con tre parole il tuo stile.  Innovatore, provocante, contrastante

Prossimi obbiettivi per il tuo brand?  I miei obbiettivi sono di poter continuare a partecipare ad eventi moda e sfilate per così far conoscere il mio brand ed entrare concretamente nel mercato. Sarebbe anche un sogno e un grande onore poter concepire una collezione o un progetto per i grandi creatori protagonisti del mondo della moda.Vorrebbe dire per me mostrare il mio lavoro e le mie capacità ad artisti di grande stima ed esperienza.

Che consiglio daresti ai giovani che vogliono intraprendere questa professione? Consiglio ai giovani designer che vogliono intraprendere questa professione di essere determinati, polivalenti e preparati. Non è un mestiere facile dove non ci sono molti sbocchi professionali, bisogna lavorare molto e battersi per le proprie creazioni.

Abbiamo potuto ammirare  le tue creazioni durante la manifestazione “Campione Fashion Week” organizzata dalla Camera Nazionale della Moda Svizzera. Che cosa hai provato? È stato un onore per me avere avuto la possibilità di sfilare le mie creazioni insieme a creatori stimati dell’alta moda italiana e di poterli presentare ad un pubblico mirato del settore moda. È stata una splendida esperienza che rifarei senz’altro.

photo-simonetraversariph.com-4 photo-simonetraversariph.com-9 photo-simonetraversariph.com-10

Per contattare Manuela Soldati

www.soldatidesign.ch

 

 

Fashion Editor: Cristina Mutterle
Photo: Simone Traversari per CNMS